Archistart

45 975 0

Skyscrapers, the Jungle Concrete

ATA2020

Diverse analisi condotte sulla città contemporanea, hanno in messo in luce come questa sia spesso strutturata attraverso un sistema urbano a griglia regolare, il cosiddetto City Block. Tale principio viene spesso ripartito secondo il criterio della proprietà privata, è così che la città contemporanea cresce usando la logica del profitto, da ciò ne consegue che la natura resta isolata, circoscritta a poche aree verdi curate, in un ambiente urbano generalmente difficile, definendo un immagine di città cupa dove ciò che prevale sono solo dei grattacieli torreggianti che dominano l’orizzonte. La città è allora forse la cosa più lontana da un ambiente naturale e la e la cosa più vicina ad un deserto urbano.


Ma cosa succede se iniziamo a rendere verde questa giungla di cemento? La proposta progettuale di un nuovo grattacielo all’interno del Near North Side, a Chicago, nasce dalla volontà di cambiare l’immagine tipica che tutti noi abbiamo di città, strutturando un edificio che coniughi le diverse esigenze dell’uomo contemporaneo con la necessità di relazionarsi con la natura. Per questo motivo si è pensato di realizzare uno spazio verde ad uso urbano di dimensioni 42 m di larghezza per 125 di lunghezza, posto strategicamente ad una quota inferiore di 15 m rispetto al livello stradale, un luogo scavato e riempito dagli alberi, come se l'ambiente urbano stesso si fosse decomposto e fosse stato riempito di vita, cosicché trovandosi all’interno di tale spazio non si abbia più la percezione di trovarsi nel cuore pulsante di una città frenetica come Chicago. Il parco, accessibile e inclusivo, usa la sua impronta, non per appropriarsi, ma per creare uno spazio pubblico liberato, in cui è lo stesso vuoto che funge da spazio connettivo innestandosi tra due volumi fuori terra aventi stessa forma e dimensioni, differendo solo in altezza, per rispettare gli edifici adiacenti, di 50m e 80m, per poi elevarsi ancora, raggiungendo gli 80m e 110m.


Le torri, comunicano tra di loro tramite due passerelle, che sollevandosi dal terreno squarciano e dividono l’edificio posto frontalmente, dando luogo a terrazze e camminamenti in quota, che permettono allo spettatore di godere di una vista privilegiata sul parco. Le funzioni che ospita il progetto sono svariate, un grande spazio commerciale di 7 piani ospita negozi, servizi e ristoranti, mentre un auditorium, la rampa circolare d’accesso al parcheggio sotterraneo e due spazi dedicati a mostre e allestimenti temporanei, si manifestano come 4 volumi che aggettano verso il parco. I piani superiori delle torri ospitano le funzioni di uffici e strutture ricettive.



The Board:
Skyscrapers, the Jungle Concrete Board
Share Project
Like Project