Archistart

0 550 0

INTANGIBLE EXTRACTION

Quarry Query

INTANGIBLE EXTRACTIONS è un progetto che propone una nuova narrazione delle cave dismesse di cui la Regione Puglia è caratterizzata. Esse costituiscono un sistema territoriale frammentato composto da spazi marginali e paesaggi dimenticati, che sono però portatori di una forte identità produttiva locale e custodi di risorse per la loro stessa resilienza.
Il progetto mira ad accompagnare il visitatore nella lettura dei diversi livelli di complessità dell’habitat delle cave attraverso l’esperienza delle sue ecologie e a costruire un nuovo immaginario ricco di potenzialità e fascino.


Il sistema delle cave, conformato nei secoli dall’attività produttiva dell’uomo, restituisce un paesaggio stratificato e complesso, ma soprattutto unico e suggestivo. Da qui la riflessione di come i processi naturali e le attività produttive si siano sviluppate in sinergia, completandosi a vicenda. Partendo da questa tradizione, il progetto reinterpreta l’ecologia storica del luogo, in cui l’attività estrattiva e il territorio stesso erano da concepirsi come un tutt’uno. Analizzando i pattern del territorio, si evidenziano quattro distinte ecologie presenti nell’area: il paesaggio delle pietre, il patrimonio naturale, le risorse idriche e l’archeologia industriale. Con un atteggiamento di attenta raccolta e di radicale esposizione e ricomposizione di materiali, flussi, edifici produttivi storici e tracce di produzione incise sul posto, si propongono delle estrazioni non più materiali, ma piuttosto intangibili, costituite da attività, esperienze, funzioni e nuovi usi in grado di attivare ed alimentare in maniera continua l’attrattività e lo sviluppo delle cave.


La forma rettangolare delle pietre estratte nelle cave di Apricena ha ispirato la forma del sistema di padiglioni leggeri e reversibili (in sistemi di impalcature di tubolari e teli bianchi) che ospitano le diverse attività che possono svolgersi nella parte più centrale e profonda della cava. Le stesse pietre squadrate fungeranno da sedute di un impianto teatrale all’aperto, collocato in un’insenatura del terreno, capace di ospitare concerti, rappresentazioni teatrali e balletto. Tra questi due sistemi avviene l’ingresso principale, segnalato da una ruota panoramica che, durante il giro e nel suo punto più alto, permette di relazionarsi con tutto il patrimonio naturale circostante. Le altre cave circostanti sono state destinate a funzionalità diverse, se presente l’acqua a spiagge naturali, altrimenti ospitano delle installazioni di land art realizzate con teli colorati. Sul ciglio di questo sistema scavato di attività, è costruita l’infrastruttura che rende possibile raggiungere, soggiornare ed esperire queste ricchezze paesaggistiche: il sistema della viabilità, a cui si aggiungono itinerari ciclabili e pedonali, parcheggi diffusi e aree camping, per favorire il turismo lento. Fondamentale all’interno di questo sistema è il riuso dell’archeologia industriale presente, come nuovi centri di servizi capaci di offrire i beni di prima necessità alla collettività. Le colline verdeggianti circostanti rappresentano un sistema atto a favorire attività sportive ed esplorative.



The Board:
INTANGIBLE EXTRACTION Board
Share Project
Like Project

MARIA GIADA DI BALDASSARRE

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works