Archistart

1 162 0

Antiquarium del Canopo un progetto di musealizzazione per Villa Adriana

ATA2021

L’oggetto di questo progetto di tesi riguarda l’ampliamento della struttura museale all’interno del sedime di Villa Adriana, che possa accogliere adeguatamente e valorizzare il notevole patrimonio artistico e rappresentativo presente nella villa. In particolar modo delle nuove strutture si disporranno in prossimità del perimetro originale dell’edificio, creando inoltre, nella corte centrale, un giardino che possa dare una sensazione di armonia con la natura esistente.


Il sito archeologico di Villa Adriana registra due necessità: la prima riguarda l’attività scientifica di scavo archeologico che è in continuo svolgimento, promossa sopratutto da università straniere che svolgono campagne di ricerche che durano anche diverse stagioni. La seconda riguarda l’effettiva insufficienza di spazi per la comunicazione scientifica, per le attività di workshop ed espositive all’interno del perimetro della Villa. Pertanto la proposta della Call era di mettere allo studio soluzioni in tal senso, individuando progetti di grande qualità e di altissimo livello progettuale intervenendo nel cuore di una delle più straordinarie realtà archeologiche e monumentali. Il processo progettuale mira a ribaltare il concetto di vincolo inteso come mera negazione di crescita, per trasformarlo in opportunità di sviluppo a partire dal re-design del fragile contesto esistente. Gli interventi collocati all’interno dell’area monumentale della Villa Adriana costituiscono in un certo senso la parte più sensibile della proposta progettuale: sono state necessarie scelte particolarmente misurate ed attente sia dal punto di vista morfologico, sia in termini di reversibilità degli interventi, attraverso soluzioni tipologiche e sistemi costruttivi in grado di rendere autonomi i nuovi volumi rispetto alle preesistenze.


L’edificio dell’Antiquarium originariamente era organizzato su tre livelli e aveva un impianto tipologico a corte aperta verso la terrazza dell’Accademia. Lungo il Canopo invece esibiva una struttura lineare compatta generata dalla sommatoria di vani rettangolari, tutti comunicanti tra loro e con l’esterno, che lascia immaginare un lungo magazzino a servizio delle attività e degli eventi messi in scena nel grande ninfeo. Il corpo longitudinale è diviso in due parti tra loro adagiate su quote differenti, la parte verso il ninfeo risulta rialzata rispetto alla parte rivolta verso il Grande Vestibolo. Le due parti erano separate da un vano che conteneva la risalita ai livelli superiori. A suo modo era un edificio dall’impianto semplice ma complesso allo stesso tempo in ragione del sistema di quote e di percorsi che lo caratterizzavano. Il secondo livello è ben leggibile sia all’esterno che all’interno in ragione del fatto che i singoli vani erano serviti da un ballatoio esterno e insistevano su solai lignei oggi scomparsi ma dei quali restano le mensole in travertino che li sostenevano internamente. Pertanto, la percezione che si ha oggi dello sviluppo verticale interno ai singoli ambienti è sostanzialmente differente da quella antica, dove invece lo stesso spazio era diviso da un solaio posto tra i due livelli. Il terzo livello, anch’esso posizionato su due differenti quote, concludeva l’edificio.



The Board:
Antiquarium del Canopo un progetto di musealizzazione per Villa Adriana Board
Share Project
Like Project

Martina Tagliabracci

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works