Archistart

0 1276 0

Water Ropes

SCC2018

La Casa del Surfista, colpisce, con la sua posizione scostata rispetto agli altri palazzi, sulla spiaggia, quasi ad abbracciare il bare e a sancire la partenza di un lungomare che distribuisce i turisti lungo tutta la costa. Il simbolo quindi del progetto è quell’arco, per ricordare la storicità di questi luoghi prima e di quel centro, ora, abbandonato. Le corde, quindi, vanno a creare un arco, trasformando la panchina in una “chaise lounge” all’occorrenza, per godersi il tramonto in tranquillità, sdraiati proprio come quelle famose dee greche.

L’idea di progetto nasce dal simbolo, ormai caduto in “rovina”, del lungomare Leccese; “A San Cataldo era un simbolo …” si legge sugli articoli postati nelle varie pagine. La Casa del Surfista, colpisce, con la sua posizione scostata rispetto agli altri palazzi, sulla spiaggia, quasi ad abbracciare il bare e a sancire la partenza di un lungomare che distribuisce i turisti lungo tutta la costa. L’architettura di questo punto d’incontro, e se ci possiamo permettere, anche di partenza, con il suo grande parcheggio, ci ha fatto innamorare, le grandi arcate ci hanno ricordato una leggerezza, una discendenza da quell’ antica Grecia, che templi e appunto “rovina” ci ricordano della loro presenza passata. Il simbolo quindi del progetto è quell’arco, per ricordare la storicità di questi luoghi prima e di quel centro, ora, abbandonato. Le corde, quindi, vanno a creare un arco, trasformando la panchina in una “chaise lounge” all’occorrenza, per godersi il tramonto in tranquillità, sdraiati proprio come quelle famose dee greche. L’antica Grecia si fonde al simbolo di un lungomare creando allo stesso tempo un luogo di sosta dalle camminate o da un giro in bicicletta, con la possibilità di lasciare liberi i figli di giocare davanti ad un tramonto colorato che solo le spiagge del meridione italiano ti permettono di accarezzare.



The Board:
Water Ropes Board
Share Project
Like Project