Archistart

25 788 0

Temporaneità itinerante: progetto di un sistema modulare scolastico

ATA2019

Nella realtà attuale, caratterizzata da mutevolezza, mobilità e estremo consumismo, sono presenti numerose problematiche, come il consumo di risorse, di suolo e di emissioni non più sostenibile; nell’ambito edilizio, nella maggior parte dei casi, invece di riqualificare l’esistente si sceglie la nuova costruzione. In questo contesto la temporaneità in architettura potrebbe essere un approccio che permetta di rispondere alle necessità di costruire senza comportare un uso del suolo irreversibile e un consumo di risorse insostenibile. Per queste ragioni l’interesse della tesi è stato quello di individuare un ambito in cui dimostrare la fattibilità di attuare un progetto temporaneo come complementare alla riqualificazione dell’esistente.

Gli edifici scolastici italiani presentano numerose problematiche di varia natura, che riguardano l’aspetto statico ed energetico, gli aspetti di rischio sismico ed idrogeologico, e inoltre anche l’aspetto estetico; per questo motivo la necessità più urgente è quella della riqualificazione e del rifacimento dell’esistente, soluzione che può offrire benefici ambientali, economici e occupazionali, necessità che si è concretizzata per la prima volta in Italia a maggio 2015 nel Piano di Edilizia Scolastica, una programmazione nazionale per gli interventi di edilizia scolastica per il triennio 2015/2017. Parallelamente a questo programma si colloca il Piano Opere 2017 Scuola Milano, che sta interessando il 60% degli edifici scolastici milanesi e che prevede nelle maggiori opere la ricostruzione e la ristrutturazione di numerose strutture. Il progetto di tesi va a inserirsi in questo contesto, con l’obiettivo di sviluppare un sistema modulare scolastico temporaneo a supporto degli edifici scolastici nel periodo di svolgimento dei lavori, che risponda ai requisiti della temporaneità e degli spazi didattici. La prima fase del lavoro di tesi è stata la ricerca sulle architetture temporanee, sui sistemi tecno-tipologici per la temporaneità, e, in particolare, sulle scuole presenti allo stato attuale comprese in queste caratteristiche, parallelamente alla definizione strategica progettuale, andando a definire un caso studio specifico, la scuola secondaria di I grado B. Cairoli.

Il progetto è andato a configurarsi come una strategia a tripla scala, urbana, architettonica e di dettaglio costruttivo; la strategia a scala urbana definisce gli assetti planimetrici in relazione alla conformazione delle aree disponibili all’installazione dei moduli scolastici, che sono gli spazi pubblici, al tipo di edificio scolastico e alla necessità quantitativa di aule; si vanno a definire dunque assetti su uno o più livelli, compatti o frammentati, che possano inserirsi nello spazio pubblico della piazza come in quello del giardino urbano, o nell’area pertinente della scuola, come nel caso scelto per l’approfondimento alla scala architettonica. A scala architettonica il progetto è costituito da un sistema di moduli aggregabili in diverse configurazioni; la volontà progettuale è stata quella di superare il modello scolastico con spazio distributivo lineare privo di carattere, e, per questo motivo, le aule del modulo scolastico sono connesse da uno spazio centrale sul quale si attestano gli ingressi, gli accessi e le connessioni con gli altri moduli. Alla scala del dettaglio costruttivo sono state affrontate diverse questioni legate ai requisiti di temporaneità oltre che la questione del funzionamento energetico; una fase fondamentale è stata l' individuazione del sistema tecno-tipologico più efficiente possibile in relazione a requisiti e dimensioni necessarie.



The Board:
Temporaneità itinerante: progetto di un sistema modulare scolastico Board
Share Project
Like Project