Archistart

0 1097 0

HINGE

TPW2018

La risposta progettuale alla parete divisoria, concepita per suddividere lo spazio della Sala Polivalente della Casa Circondariale di Lecce in due spazi contigui, intende andar oltre il soddisfacimento delle sole esigenze funzionali e spaziali, per poter rispondere anche a bisogni e necessità che mirano alla normalizzazione dello spazio carcerario e ad una umanizzazione della vita detentiva.
La parete divisoria è denominata HINGE, per la sua duplice funzione, reale e simbolica, di cardine tra “carcere e città”, tra il “dentro e il fuori”, tra il “soggiorno e la sala”.


HINGE è autoportante, flessibile e modulare, e possiede l’opportunità di essere variamente configurata a seconda delle esigenze funzionali del momento. La parete può essere continua o intermittente, variamente composta e attrezzata da elementi accessori quali: panche, piani di lavoro, scaffali ed espositori. Nella soluzione di parete di separazione consentirà di creare il “Soggiorno Detenuti” dove svolgere attività ricreative e occupazionali, e la “Sala Polivalente” per conferenze e spettacoli, anche accessibile da un pubblico esterno per momenti di incontro e di scambio. Hinge risponde alla necessità di riqualificare lo spazio carcerario, e di creare un ambiente spazialmente ricco e stimolante. I suoi requisiti formali, estetici e funzionali sono orientati al soddisfacimento dei bisogni del generico utilizzatore dello spazio nel quale essa sarà collocata; bisogni di tipo fisico e fisiologico e di carattere psicologico - relazionale. L’intenzione progettuale è che la particolare configurazione ed i specifici accorgimenti che possiede Hinge, che si presenta compositamente multiforme e variegata, possano contribuire a migliorare la qualità della vita e del lavoro di chi utilizzerà quei nuovi spazi.


- OPPORTUNITA' INTRINSECHE: Sarà possibile interagire con Hinge grazie al coinvolgimento dei detenuti nella fase di realizzazione in autocostruzione, creando cosi un senso di appartenenza. Inoltre la parete diventa anche strumento di comunicazione grazie alla possibilità di poter movimentare i pannelli bifacciali terminali (variamente colorati sulla base di una applicazione sistematica per rappresentare il colore in funzione del linguaggio). La movimentazione dei pannelli consente quindi di variare a piacere lo skyline di Hinge. In questo modo si potranno personalizzare a piacere il Soggiorno e la Sala Polivalente, comunicando anche eventi, ricorrenze ed avvenimenti. - CONDIZIONI DI REALIZZAZIONE: Hinge è stata concepita per essere semplice ed elementare, nella forma e nella costruzione, pur possedendo comunque qualità estetica e funzionale. La scelta progettuale è stata quella di concepire elementi lignei elementari, ricavati da materiali di fattura lineare e geometricamente regolari, di uso corrente e facilmente reperibili sul mercato, ed idonei per essere lavorati da personale non qualificato e con le attrezzature e i macchinari di cui dispone la falegnameria dell’Istituto.



The Board:
HINGE Board

Categories

Share Project
Like Project