Archistart

1 687 0

Habitactive

WFH2020

«Nulla è durevole quanto il cambiamento. Non c’è nulla di immutabile, tranne l’esigenza di cambiare. Tutto fluisce, nulla resta immutato».
Questa è la filosofia adottata nel presente caso di studio dove il problema della riprogettazione degli ambienti è stato affrontato attraverso soluzioni flessibili in grado di garantire il rispetto di tutte le esigenze delle singole attività svolte quotidianamente, in particolare quelle relative alla postazione produttiva (finanziaria o creativa che sia) in quanto motore economico dell’organismo abitativo.
L’intera progettazione dell’appartamento gravita intorno a un fulcro centrale rappresentato da due tipologie di pareti dinamiche, i cui effetti determinano i vari cambiamenti microclimatici.


Risulta ormai consolidata la necessità di ottimizzare la quantità di luce naturale e la qualità dell'aria negli ambienti per garantire il benessere e le massime prestazioni lavorative degli occupanti. Nel presente caso di studio queste necessità risultano ancora più importanti visto il maggior tempo di permanenza degli utenti. La necessità di creare spazi separati, in particolare per garantire privacy e tranquillità all'ufficio, non deve pregiudicare il comfort dell'abitato. Questo problema viene risolto dall'appartamento stesso, che grazie ad una "estensione" della domotica alle pareti , riesce ad attivarsi ed adattarsi per mantenere le condizioni desiderate, creando quindi un habitat vivente.


In relazione all'emergenza COVID-19 è stata predisposta a ridosso dell'ingresso una "stanza filtro" attrezzata, che funga da antibagno e nello stesso tempo che accolga le varie funzioni igienizzanti, oltre che pratiche di lavanderia e di ripostiglio.



The Board:
Habitactive Board

Categories

Share Project
Like Project
avatar

Concretus

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works