Archistart

24 838 0

Fra restauro, riuso e valorizzazione: il Quartiere degli Spagnoli a Milazzo

ATA2019

Il progetto, in tutte le sue fasi, ha lo scopo di valorizzare l’antico sistema difensivo della città di Milazzo, di cui, oggi, in alcuni elementi sembrano quasi essere stati dimenticati e svalorizzati. Questo sistema, con il castello, le mura, i bastioni, torri e rivellini, non solo ha influenzato e condizionato l’assetto urbano della città, ma costituisce un importantissimo documento storico che racconta lo sviluppo dell’architettura militare in Sicilia dall’epoca Normanna fino al XVIII secolo. Attraverso interventi puntuali di restauro e rifunzionalizzazione, con focus sul Quartiere degli Spagnoli, e la sistemazione di percorsi alternativi si vuole realizzare un nuovo sistema di relazioni all’interno del centro storico.


All’inizio del XVIII secolo la città si presenta tripartita dall’apparato murario: la Cittadella sull’acrocoro, il Borgo sul declivio collinare, la Città Bassa sull’istmo. Il Quartiere degli Spagnoli è localizzato nel cuore della città di Milazzo, divideva il Borgo e la Città Bassa, ed era costituito originariamente da un corpo longitudinale di lunghezza di circa 220 m e 8 m circa di larghezza, ospitava nelle sue stanze le milizie spagnole. Nel corso del tempo l’edificio ha subito diverse modifiche, per arrivare ad una configurazione completamente diversa dall’originaria: dimezzato in altezza e privato della parte centrale, appare oggi costituito da due ali distinte: quella orientale, restaurata nel 2010, che ospita l’Antiquarium Domenico Ryolo, a cui sono annessi i resti del bastione di San Gennaro, e quella occidentale con il bastione Giudici, che verte in uno stato di totale abbandono e degrado e che sarà oggetto del programma per il restauro e la rifunzionalizzazione. Dopo un’analisi storica e urbanistica, è stato eseguito un rilievo dell’ala ovest, lo studio dei materiali e delle strutture, lo studio dello stato di conservazione e la stesura del programma degli interventi per il restauro dei materiali e il consolidamento delle strutture. Per il programma degli interventi sono previsti: la rimozione e reintegrazione del sistema di copertura, reintegrazione di pavimentazioni e infissi, pulitura e intonacatura delle murature.


Sono stati poi proposti un programma di rifunzionalizzazione per l’ala ovest del Quartiere ed il bastione Giudici, e un programma di valorizzazione urbana. Si parte quindi proponendo un progetto a scala più ampia, che interessi sia l’intero complesso del Quartiere con i relativi bastioni, sia le fortificazioni ad esso collegate, sia altri punti di interesse adiacenti al sistema. Due temi fondamentali sono: il verde urbano e l’accessibilità. Si propone un percorso storico-culturale attraverso la città antica, che possa collegare diversi punti all’interno della stessa. Il bastione Giudici insieme al bastione di San Gennaro verranno trasformati in giardini pubblici, punto di partenza di un percorso di rampe, alternativo alle scalinate esistenti, che colleghi la Città Bassa alla Cittadella, toccando particolari punti di interesse attraverso il Borgo: villa Vaccarino, le mura di Re Giacomo d’Aragona, le chiese di Santo Rocco e dell’Immacolata e il forte dei Castriciani. L’ala ovest del Quartiere viene trasformata in galleria espositiva per l’arte contemporanea. Viene integrata una nuova copertura realizzata con una struttura in legno lamellare, ancorata alla muratura con un cordolo ventilato in acciaio, che internamente darà l’idea che la stessa sia sospesa, sarà presente un controsoffitto realizzato con listelli di legno che tramite giochi di luce e ombre rievoca le antiche volte distrutte durante la demolizione del secondo piano avvenuta negli anni Trenta.



The Board:
Fra restauro, riuso e valorizzazione: il Quartiere degli Spagnoli a Milazzo Board
Share Project
Like Project

Laura Terranova

Recent Works