Archistart

1 253 0

Fin dove si vede. Viabizzuno Headquarters a Bentivoglio (BO).

ATA2021

“In treno verso Cremona: molte industrie e campagne piattissime, qui, mentre il treno passa gli alberi e i pali della luce sorprendono con la loro verticalità, saltando fuori all’improvviso da tutta questa piattezza.” (G.Celati, 1989)
Nella cupa giungla di cemento dell’area produttiva Castello-Bentivoglio, a pochi chilometri a nord di Bologna, la nuova fabbrica esprime il linguaggio dell’architettura rurale. Il padiglione produttivo, insieme al centro ricerca, lo showroom e il teatro disegnano una corte intorno alla quale si articola l’intero sistema, diffidente verso ciò che esternamente lo circonda. La torre, insieme a un filare di pioppi cipressini trasforma, per un istante, l’interminabile autostrada in una qualunque strada di campagna


L’area produttiva, a cavallo dell’autostrada Bologna-Padova, sorge a pochi chilometri a nord del capoluogo emiliano e ricalca la situazione riguardante sia il disordine di aggregazione che l’alienazione sociale dei distretti produttivi. Il ritmo incalzante che anima questi luoghi svanisce alla fine della giornata lavorativa e non resta che un agglomerato di capannoni impregnato da un senso di solitudine. Il progetto per il nuovo stabilimento della Viabizzuno si pone come fine principale quello di trovare un punto di incontro tra architettura industriale e caratteri propri del territorio, in direzione di un obiettivo che travalica la sola qualità estetica del progetto, ma guarda alla dignità delle relazioni definite dall’intero sistema col contesto. Le caratteristiche tecniche che avrebbe dovuto avere la nuova fabbrica sono state indicate dagli architetti interni. Si parla di servizi dedicati al cliente costituiti dal teatro, dallo showroom, dalla fondazione e da una piccola struttura ricettiva; un sistema gestionale definito dal centro uffici e dal centro ricerca; uno spazio di grandi dimensioni destinato alla produzione e allo stoccaggio e infine un’autorimessa per dipendenti e clienti, da circa centocinquanta posti auto. I quattro elementi, che accolgono le principali funzioni indicate dall’azienda si avvolgono intorno a una corte centrale. Questa assume il compito di armonizzare e definire un’intervallo collettivo tra destinazioni d’uso molto distanti tra loro.


L’approfondimento dell’aspetto costruttivo e tettonico trova ragione nella finalità di utilizzare l’occasione progettuale per una riflessione sul rapporto, non soltanto tra architettura e ingegneria, ma specialmente tra tecnica e linguaggio. Analizzando l’aspetto costruttivo dei fabbricati agricoli è evidente il largo utilizzo del mattone pieno per le murature e l’utilizzo del legno per le coperture. Le essenze maggiormente utilizzate per la grande orditura sono il pioppo, l’abete e il rovere, con netta prevalenza per la prima in quanto facilmente reperibile sul posto. I caratteri strutturali e la scelta dei materiali utilizzati nelle costruzioni dell’edilizia rurale, hanno definito i sistemi tecnologici adottati per la nuova fabbrica.



The Board:
Fin dove si vede. Viabizzuno Headquarters a Bentivoglio (BO). Board

Categories

Share Project
Like Project

Enrico Lanfredini

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works