Archistart

0 230 0

CaveSystem. Progetto di riuso dell’area termale di Acquasanta Terme.

ATA2021

Acquasanta Terme è un paese, capoluogo dell’omonimo comune, situato nell’Italia centrale. L’elemento più importante del borgo è rappresentato dalle terme. Acquasanta è nata perché in quel punto della valle sgorgava una fonte di acqua solfurea. La relazione atavica tra borgo e fiume, in epoca moderna, è andata perdendosi, il progetto propone di ricucire il rapporto simbiotico tra paese e le sue acque tramite gli elementi che in principio hanno generato i paesaggi di questo territorio, le caverne. Un sistema di scavi connette l’area del fiume allo spazio più alto della Salaria. Lungo il percorso i nuovi volumi si presentano come episodi sempre diversi come un abaco, una narrazione del rapporto tra caverne e costruzioni, tra natura e artificio


Acquasanta Terme, posta nell’alta Valle del Tronto tra i Sibillini e i Monti della Laga, ha un territorio vasto e costellato da numerose frazioni, per l’esattezza 57, tutte caratterizzate dalla forte presenza di patrimonio storico e culturale. Come ormai da decenni accade nell’entroterra italiano questa moltitudine di borghi è minacciata da fenomeni di spopolamento, aggravati dai recenti eventi sismici del 2016. Il progressivo abbandono dei luoghi, con il passare del tempo, potrebbe portare alla perdita della memoria di questi paesi facendo sì che nessuno ricordi e viva le loro bellezze e peculiarità. Paragonando il territorio ad un palinsesto composto da stratificazioni di segni, è stata intrapresa un’attenta lettura di elementi e relazioni che formano questo tratto di paesaggio. I primi elementi che troviamo nella memoria del luogo sono il fiume e le caverne. L’acqua è un elemento fondante tanto da dare nome al borgo. Acquasanta è nata perché in quel punto della valle, sotto Pizzo dall’Arco, sgorgava una fonte di acqua solfurea. I primi uomini vivevano nelle caverne di Montacuto,lontano dal fiume Tronto, incastellati nelle alture. Una volta scoperte le acque sulfuree calde e dolci, molto differenti dai gelidi torrenti di alta montagna, si trasferirono in basso e iniziarono ad insediarsi in quel luogo che poi prese il nome di Acquasanta. Ripercorrendo la storia del luogo le grotte e la sorgente di acqua solfurea continuano a mantenere un ruolo centrale fino in epoca moderna


Partendo da elementi esistenti come la piscina sulfurea naturale, l’antico stabilimento bagni e il Parcheggio Terme, opera di grande pregio architettonico per l’uso brutale del cemento armato costruito all’inizio degli anni ’90, è stato pensato un sistema di scavi a diverse quote, all’interno dei nuovi spazi ipogei sono inseriti piccoli volumi a richiamare il sistema antropico delle costruzioni. Infine, attraverso un complesso apparato di spazi di percorrenza, tutti gli elementi sono collegati a creare un sistema di risalita e comunicazione tra lo spazio superiore e l’acqua. Gli scavi di progetto ed i nuovi volumi stereometrici che compongo il sistema si pongono secondo relazioni che ripercorrono e rielaborano i rapporti intercettati in numerosi esempi di caverne ed edifici rintracciabili nel territorio di Acquasanta Terme. L’architettura diventa strumento di narrazione di storie e di identità culturale. Materiali e soluzioni strutturali adottate per gli spazi scavati perseguono l’ideale degli antri cavernizi di conformazione solida, è stata utilizzata una struttura continua in cemento armato rivestita all’interno di pannelli lapidei del materiale tipico delle grotte del luogo, il tufo. Le estrusioni, i nuovi volumi che si trovano lungo il percorso si distaccano nettamente dalle tipologie costruttive tradizionali in pietra grazie all’uso di materiali



The Board:
CaveSystem. Progetto di riuso dell’area termale di Acquasanta Terme. Board
Share Project
Like Project

Alessia Guaiani

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works