Archistart

0 364 0

Be-bop

WFH2020

La crisi da Covid-19 ha aperto una riflessione sul ripensamento degli spazi domestici basandosi, anzitutto, su esigenze legate alla loro flessibilità. “Be-bop”, ispirandosi concettualmente alle performance jazz degli anni ’40, pone come proprio obiettivo la ricerca di soluzioni che favoriscano la coesistenza di differenti attività da svolgere nel quotidiano. Come in una melodia jazz, infatti, avremo una sinfonia di base rappresentata dalla pianta dell’appartamento, con le sue partizioni murarie fisse, e il susseguirsi di numerosi livelli improvvisativi che interagiscono con essa, metafora delle diverse azioni che è possibile compiere all’interno. Tale studio tenta, dunque, di reinterpretare l’improvvisazione jazz in chiave architettonica.


L'organizzazione spaziale è stata gestita in modo da garantire una maggiore ampiezza nella zona living e ritagliare un adeguato spazio lavorativo per la coppia. Dunque, si è pensato di sopraelevare il piano della camera da letto e inserire nell'area sottostante armadi, mobili ed elettrodomestici che generalmente occupano un considerevole spazio in casa. Ciò permette di ottenere un'area luminosa e ampia da poter adibire a studio o area relax da collegare al soggiorno, a seconda se si decida di aprire o chiudere i tre pannelli in vetrocamera e listelli in legno che fungono da separé e isolamento acustico. Tale area presenta: - due scrivanie scorrevoli e richiudibili; - un'ulteriore scrivania regolabile in altezza e con un ripiano girevole a 360°; - diversi pannelli utilizzabili come lavagne o base per video proiezioni estraibili secondo necessità; - un piccolo giardino con funzione di serra separato dall'ambiente esterno da vetri satinati apribili; - area relax in prossimità del balcone e della finestra.


Per quanto concerne la localizzazione del giardino entro l'ambiente domestico e lavorativo, tale scelta è volta alla reintroduzione dell'elemento arboreo e naturale nel tentativo di ricondurre il cittadino entro un contesto che gli consenta di tornare a fruire dei luoghi e dei contesti naturali (parchi, riserve, ecc) vissuti nel corso della quotidianità, nel tentativo di sopperire nell'inevitabile distaccamento evidenziato dalle misure di sicurezza previste per far fronte al dileguare del fenomeno pandemico nel mondo. Il presente progetto vuole sviluppare l'idea della coesistenza e dell'adattabilità di spazi con funzioni differenti negli stessi ambienti in conformità a quanto suggerito nel bando.



The Board:
Be-bop Board
Share Project
Like Project

Federica Tognetti

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works