Archistart

1 317 0

ALBEROBELLO E LA MURGIA DEI TRULLI

ATA2021

Alberobello e la Murgia dei Trulli è il risultato di uno studio di ricerca che unisce l’analisi dei caratteri morfologici e tipologici della zona monumentale alberobellese con la proposta progettuale di un’area alle porte della città. L’obiettivo consiste non solo nel conservare e valorizzare il patrimonio architettonico esistente con una sua approfondita conoscenza ma anche nel rispondere alle esigenze di una delle mete turistiche più visitate in Puglia attraverso una nuova idea progettuale.


Situata a sud est del territorio di Alberobello, l’area di progetto, secondo Il Piano di Gestione per il sito UNESCO, è destinata ad accogliere strutture funzionali all’attività turistica come un Visitor Centre, in previsione di un incremento dei visitatori. Il progetto di tesi, dunque, prende le mosse dalle indicazioni suggerite dagli enti di gestione territoriali e propone un'elaborazione congruente alle aspettative e ai caratteri di questo insediamento mutuando le scelte dallo studio eseguito alle diverse scale. La ricostruzione delle fasi formative del tessuto storico ha permesso di elaborare un modello di comportamento che è stato considerato fonte di ispirazione critica per il progetto, in cui si è coniugato tradizione e modernità nella realizzazione di edifici residenziali e specialistici. Per quanto concerne l’edilizia residenziale, è stato fondamentale ai fini del progetto osservare i risultati delle analisi condotte sulla tipologia edilizia del trullo che configura il costruito storico della città. Nato dall’esigenza dei contadini di un deposito per gli attrezzi agricoli, il trullo ha subito nel corso dei decenni un’evoluzione tipologica e funzionale risultato di un graduale passaggio da coscienza spontanea a coscienza critica.


A tal fine, si è proceduti alla classificazione tipologica dei trulli nei due nuclei monumentali di Rione Monti e Aia Piccola, attraverso un’operazione che ha considerato l’organismo edilizio nella sua interezza, rivelata dall’assetto statico-costruttivo e funzionale-distributivo. Uno degli strumenti di classificazione utilizzati è l’analisi non solo del dimensionamento della superficie del trullo ma anche degli elementi che lo compongono, in pianta e in elevato. Ne deriva un’analisi delle unità edilizie caratterizzate da uno modulo base, coperto da un cono, che può espandersi sui quattro lati con l’aggiunta di elementi compositivi quali alcove, focarili e nicchie. Tali elementi intervengono nella composizione del trullo solo quando l’unità edilizia ha funzione abitativa. Lo studio proposto intende dimostrare l’efficacia dei risultati ottenuti attraverso l’analisi tipologico-processuale nel riconoscimento delle strutture antropiche, base fondamentale per avviare un progetto di recupero e trasformazione del tessuto edilizio. Dunque, la sperimentazione progettuale verso cui è stato indirizzato il lavoro di ricerca del laboratorio di tesi mira a creare un linguaggio architettonico che unisca i caratteri tipici del contesto culturale della Murgia dei trulli con le esperienze della modernità con l’obiettivo di rendere la città di Alberobello un organismo contemporaneo e di superare al tempo stesso quella condizione di vetustà tipologica che da sempre la contraddistingue.



The Board:
ALBEROBELLO E LA MURGIA DEI TRULLI Board
Share Project
Like Project
avatar

AMT_7

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works