Archistart

1 751 0

Adaptive Home

WFH2020

Adaptive Home nasce da un nuovo concetto di casa pensata per assecondare e soddisfare le mutate esigenze dell’uomo, che oggi sempre più spesso si trova a dover conciliare lavoro e vita privata all’interno dello spazio domestico.
Decade l’idea di ambiente segregato con specifica ed invariabile destinazione d’uso, sostituita dal principio dello spazio funzionale e flessibile nel tempo, capace di adattarsi alle più svariate necessità di chi lo vive.
Dotare la casa di dispositivi mobili e arredi salva-spazio e trasformabili diviene a tal proposito fondamentale per aggiungere al classico concept di appartamento quella flessibilità che assicura l’ottimizzazione degli spazi utili e la contemporanea possibilità di svolgere nuove attività in nuovi

L’organizzazione della Adaptive Home che si intende proporre, parte dal disimpegno d’ingresso, ove è prevista la collocazione di un appendiabiti e, nelle immediate vicinanze, la disposizione del blocco fisso relativo alla zona di igiene e disinfezione, il tutto pensato per consentire all’utente di prepararsi a vivere comodamente lo spazio domestico. La cabina armadio a tal proposito è strategicamente posizionata a chiudere questa prima zona, preliminare alla fruizione delle successive. L’area destinata alla cucina è stata pensata a vista sul soggiorno per favorire la percezione di un ambiente più ampio ed il contemporaneo passaggio della luce naturale. L’integrazione può a discrezione essere totale, realizzando un open space sullo sviluppo longitudinale dell’appartamento, oppure parziale creando aree idealmente suddivise a mezzo di un “filtro scomponibile”. Il diaframma in questione è costituito dall’assemblaggio di parallelepipedi cavi di dimensioni 63x43 cm in legno multistrato rifinito in bianco, che oltre a definire la suddivisione funzionale dello spazio, si prestano comodamente come sedute e ripiani da poter utilizzare all’occorrenza.

L’organizzazione del living space appare a prima vista la classica configurazione di un ambiente destinato al relax con divano e tv frontale. La versatilità dell’ambiente, facilmente fruibile da un lavoratore in smart working, è determinata dai due tavoli dotati di meccanismo rotante, che ne permette l’orientamento per l’utilizzo come piani di lavoro. Le postazioni così ricavate sono posizionate strategicamente in un ambiente che, oltre a godere in maniera diretta della luce solare, garantisce la concentrazione attraverso la scelta di colori che favoriscono l’attenzione e stimolano l’attività cerebrale. Anche la zona notte conserva la classica organizzazione della camera da letto con antistante cabina armadio, che all’occorrenza varia facilmente Il letto a scomparsa con meccanismo ribaltabile e traslabile e la postazione ricavata all’interno del mobile a parete rendono possibile sfruttare l’ambiente come ulteriore area ideale per lo smartworking e per chi nello specifico necessita di isolarsi per esempio in occasione di riunioni di lavoro online. Un ulteriore importante dispositivo finalizzato a garantire la flessibilità e l’adattabilità nel tempo dell’appartamento è costituito da una parete mobile a tutt’altezza a separazione tra la zona living e la zona notte. I pannelli pieghevoli sono dotati di cerniere a scomparsa con sistema di scorrimento a soffitto con binario a pavimento. La soluzione proposta consente di stabilire, ove occorra, la continuità tra i due ambienti.



The Board:
Adaptive Home Board
Share Project
Like Project
avatar

GMCS_studio

[pro_ad_display_adzone id='2269' ajax_load='1' info_text='Advertisement' info_text_position='' font_color='#' font_size='11']

Recent Works