Archistart

339 7116

_FLR 01

FRC2017

Il tema principale della ricerca è stato quello di integrare la Floating Room con il paesaggio, che sia un punto privilegiato di osservazione e relazione, o che si integri con il contesto urbano, si ha la piena possibilità di avere la natura a portata di mano.
Partendo da un volume compatto si è arrivati ad un forma che integra diverse soluzioni sia a livello formale che ambientale, permettendo cosi l’osservazione a 360 gradi dell’intero paesaggio circostante.
Potenziandola grazie allo sfruttamento delle energie rinnovabili, integrando così un sistema passivo e uno attivo per il risparmio energetico, che ne permette la piena autosufficienza energetica.

Può essere realizzata in una varietà di formati e materiali, rendendola più adatta per le diverse posizioni globali, è pensata come un unico modulo prefabbricato, dal momento che si desidera che vengano realizzate sul luogo, il minor numero possibile di operazioni.
Con una larghezza di 3.60 metri e una lunghezza di 6.40 e un’altezza massima di 4.80 metri, rende possibile una varietà di layout, il suo design modulare consente che tutti i suoi componenti, compresi gli apparecchi e gli arredi possano essere facilmente conservati in un container standard e spediti in quasi tutte le parti del mondo.
La Floating Room è progettata per essere autosufficiente per diversi giorni, offrendo così ai suoi occupanti la possibilità di vivere appieno l’esperienza.

Sfruttando le variazioni climatiche dell’ambiente circostante, il comfort è stato migliorato attraverso la compattazione, la cattura e la schermatura della radiazione solare, l’inerzia termica e la ventilazione naturale, sono stati possibili grazie alla facciata ventilata in legno e anche ad una particolare attenzione della ventilazione naturale, importante nel periodo estivo.

La vetrata presente nelle camera da letto risulta arretrata rispetto al profilo esterno, così da poter sfruttare al meglio l’irradiazione solare, in modo del tutto naturale e passivo, creando un ambiente confortevole in ogni stagione.
Il sistema passivo viene integrato con un sistema attivo caratterizzato da pannelli fotovoltaici e collettori solari che producono energia elettrica e acqua calda sanitaria, consentendo cosi autosufficienza energetica.

L’ingresso alla Floating Room può avvenire mediante 2 punti distinti, uno si trova sulla piattaforma su cui si basa l’intera struttura, l’altro invece avviene mediante una apertura scorrevole del prospetto frontale.
La camera da letto è pensata per ospitare 2 persone, una zona compatta funge da bagno,che agisce da divisione per separare la camera da letto dall’ingresso principale.
Una parete attrezzata viene concepita come cabina armadio, e da collocazione per gli impianti, consentendo la suddivisione razionale dello spazio interno, includendo così una stufa a pellet per il riscaldamento interno, che brucia legno o biomassa compressa.
La piattaforma in cemento ingloba serbatoi di acqua piovana e di scarico, e un impianto di trattamento delle acque reflue che utilizza faghi attivi.
La struttura portante è in legno e poggia mediante degli ancoraggi alla base di calcestruzzo.
Le pareti perimetrali sono in legno e presentano un pacchetto di coibentazione e rivestite da una membrana al vapore sormontata da una parete ventilata anch’essa in legno.

The main theme of the research was to integrate the Floating Room with the landscape, which is a privileged point of observation and relationship, or that integrates with the urban context, you have the full potential of having nature at your fingertips. Starting from a compact volume, it has come to a form that integrates different solutions both at the formal and environmental level, allowing for a 360 degree observation of the entire surrounding landscape. Enhance it thanks to the exploitation of renewable energies, thus integrating a passive and active energy saving system, which allows it to be fully self-sufficient. It can be realized in a variety of sizes and materials, making it more suitable for different global positions, is thought of as a single prefabricated module, since you want to be realized on the site as few operations as possible. With a width of 3.60 meters and a length of 6.40 and a maximum height of 4.80 meters, it makes possible a variety of layout, its modular design allows all its components, including appliances and furnishings, to be easily stored in a standard container and shipped in almost every part of the world. The Floating Room is designed to be self-sufficient for several days, allowing its occupants the opportunity to fully experience the experience.

Using the climatic variations of the surrounding environment, comfort has been improved through compacting, capturing and shielding of solar radiation, thermal inertia and natural ventilation, thanks to the wood ventilated façade and to a particular attention to natural ventilation, important in summer. The stained glass in the bedroom is back from the outside profile so that it can make the most of solar radiation, in a completely natural and passive way, creating a comfortable environment in every season. The passive system is integrated with an active system featuring photovoltaic panels and solar collectors that produce electricity and hot water, thus allowing for energy self-sufficiency. The entrance to the Floating Room can be done by 2 separate points, one located on the platform on which the whole structure is based, the other being through a sliding opening of the frontal view. The bedroom is designed to accommodate 2 people, a compact bathroom area that acts as a divide to separate the bedroom from the main entrance. An equipped wall is conceived as a walk-in wardrobe, and placed on the premises, allowing for rational division of the interior space, including a pellet stove for internal heating, which burns wood or compressed biomass. The concrete platform incorporates rainwater and drainage tanks, and a wastewater treatment plant using active lazies. The supporting structure is made of wood and is supported by anchoring at the base of concrete.



The Board:
_FLR 01 Board

Recent Works