Archistart

187
processo partecipativo per la riqualificazione di Piazza Vittorio Emanuele II - Acquaviva
by Archistart

Partecipa la piazza: participatory process for Piazza Vittorio Emanuele II

The municipality of Acquaviva delle Fonti and Archistart, with the participation of Biro+, have promoted a participatory process open to the community and preparatory to the redevelopment project of Piazza Vittorio Emanuele II. Acquaviva delle Fonti city council expressed the desire to start a participatory dialogue with the community as well as a public debate regarding the project of transformation of the central public space.
The process involved citizens and stakeholders of the territory so to identify a common vision of the transformation of public space.

///

L’Amministrazione comunale di Acquaviva delle Fonti ed Archistart, con la partecipazione di Biro+, hanno promosso un processo partecipativo aperto alla comunità e propedeutico alla predisposizione del progetto di Riqualificazione di Piazza Vittorio Emanuele II. Il comune di Acquaviva delle Fonti ha espresso la volontà di avviare un dialogo partecipato con la comunità ed un dibattito pubblico rispetto al progetto di trasformazione dello spazio pubblico centrale della cittadina.
Il processo ha coinvolto i cittadini e i stakeholders del territorio al fine di individuare una visione comune di trasformazione dello spazio pubblico.

processo partecipativo per la riqualificazione di Piazza Vittorio Emanuele II - Acquaviva
Piazza Vittorio Emanuele II - Acquaviva

The participatory process was divided into two phases. The first phase involved the community; the citizens looked at the project proposals, outlined suggestions on graphic material prepared by the facilitators, and viewed examples and project references in response to the project themes identified by the administration. The laboratory was divided into three working tables with specific focuses: uses – in order to identify all possible uses of the square and evaluate new possible functions of the public space; margins – in order to rethink the margins of the square and the relationship of the public space with the functions and the pre-existing areas in the square; water and green – in order to assess the present and future structure of green and water in the square.
The second phase consisted of a design laboratory within the Cassa Armonica and involved professionals and technicians of the territory, coordinated by Archistart and Biro+. In this phase, three possible scenarios have been identified, differently representative of the opinions of those involved in the process. Scenario 2 tries to solve the needs presented by most of the participants, and for this reason, it is considered the recommended one. Scenario 1 and scenario 3 instead describe, respectively, a more conservative and a  more transformative solution, representing a minority of the community members who took part in the activities.

///

Il processo partecipativo è stato suddiviso in due fasi. La prima fase si è rivolta alla cittadinanza. I cittadini hanno visionato e schematizzato suggerimenti su materiale grafico predisposto dagli esperti, e visionato esempi e riferimento progettuali in risposta ai temi di progetto individuati dall’amministrazione. Il laboratorio è stato articolato tre tavoli di lavoro con specifici focus: gli usi – per individuare tutte le possibili fruizioni della piazza e per valutare nuovi possibili usi dello spazio pubblico; i margini – per ripensare i margini della piazza ed il rapporto dello spazio pubblico con le funzioni e le preesistenze insistenti nella piazza; l’acqua e il verde – per valutare il presente e futuro assetto del verde e dell’elemento acqua nella piazza. 
La seconda fase è stato un laboratorio di progettazione all’interno della Cassa Armonica e ha coinvolto professionisti e tecnici del territorio, coordinati dal Archistart e Biro+. Sono stati individuati in questa fase tre possibili scenari. Gli scenari sono diversamente rappresentativi delle opinioni dei soggetti coinvolti nel processo. Lo scenario 2 è quello che cerca di risolvere le necessità presentate dalla maggioranza delle persone interessate, e per questo è quello raccomandato. Lo scenario 1 e lo scenario 3 descrivono invece una soluzione l’una più conservativa, l’altra più trasformativa, e si rivolge a una minoranza dei soggetti coinvolti.

scenario 1
scenario 2
scenario 3

The process brought in 1,200 citizens of all ages, 221 questionnaires were completed, and 10 professionals were involved.

///

Il processo ha coinvolto 1.200 cittadini di tutte le età, sono stati compilati 221 questionari, e 10 sono stati i professionisti coinvolti.

↓ REPORT ↓

Share